Il progetto “Ostello dei Balocchi”

L’Ostello dei Balocchi, è un CEA (Centro di Educazione Ambientale) della Legambiente, queste le caratteristiche distintive di un CEA:

– la capacità di essere agenzie formative capaci di rapportarsi con la scuola nell’ottica dell’innovazione e del cambiamento sostenibile;

– la capacità di sviluppare professionalità nel campo delle educazioni e formazioni formali e non formali offrendo continuità nell’offerta formativa e stabilità agli operatori della propria struttura;

– la capacità di sviluppare servizi educativi, culturali e turistici caratterizzati dalla sostenibilità ambientale sul proprio territorio.

I CEA sono un valido esempio di rete tra strutture che si articolano localmente con pratiche educative mirate con azioni di sviluppo sostenibile in equilibrio tra sviluppo e salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità naturalistica e culturale locale.

Il progetto “Ostello dei Balocchi” nasce con l’intento di apportare un concreto esempio di sviluppo sostenibile nell’ambito turistico ed ambientale, caratterizzato da una forte radicazione storico socio culturale con il territorio. Dal 2008 siamo l’unica struttura all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-emiliano che propone una nuova ed originale formula turistica: il turismo “someggiato”, ovvero con l’ausilio degli asini, animali assolutamente ed indiscutibilmente legati alle tradizioni e alla cultura del nostro territorio.
Raccogliere gli stimoli dal nostro passato e proiettarli sui bisogni del presente a favore di un accorto rapporto con l’ambiente, rappresenta da sempre la nostra mission. Quando la fretta e la superficialità allontanano dall’essenza della vita, l’asino animale lento, sicuro nei suoi passi uguali, porta a guardare con occhi tranquilli e penetranti ciò che di essenziale ci circonda e dona benessere all’esistenza. E’ la scoperta delle piccole cose, della natura, del paesaggio e degli ambienti che fanno diventare spettacolare ogni viaggio.

Allo stesso modo anche i laboratori didattico-artistici per bambini, proposti dall’ Ostello dei Balocchi mirano a sottolineare e stimolare una riflessione attraverso l’esperienza. Apparentemente distanti e legati a due mondi differenti l’asino e le tecniche antiche artistico-espressive hanno molti valori in comune. Così come nell’approccio con l’asino non ci sono pulsanti, leve da azionare o comandi da impartire, anche nella scoperta dei linguaggi espressivi occorre conquistare il risultato finale attraverso la comprensione di un processo, l’impegno e la sensibilità personale.

Oggi, l’ Ostello dei Balocchi, è diventato un punto di riferimento a livello provinciale ed interregionale per le tante famiglie e le scuole che vogliono far passare ai bambini un momento educativo importante durante l’anno scolastico o più semplicemente momenti di vacanza avventurosa, dove il contatto con la natura, la capacità di vivere insieme diventano i valori fondanti di ogni esperienza condivisa.

La programmazione dell’ Ostello dei Balocchi si suddivide in fine settimana e iniziative dedicate a tutta la famiglia nei mesi invernali primaverili ed autunnali mentre l’estate è tutta dedicata ai campi estivi residenziali ed itineranti per soli bambini. 

Staff a 2 zampe

La Legambiente Ligonchio Aps si costituisce nel 2008 e da allora segue e gestisce il progetto Ostello dei Balocchi. L’Associazione nasce nel contesto dell’alto crinale reggiano, nel comune di Ventasso, all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano e dell’Area MAb Unesco Appennino. Si tratta di una  zona di valore naturalistico ma afflitta da un decennale grave problema di spopolamento, soprattutto giovanile. 

Il cuore operativo dell’Associazione è formato da un gruppo di ragazzi, non originari del territorio ma che in controtendenza, hanno deciso di trasferirsi in Appennino per farla diventare la loro casa. Da allora la Legambiente Ligonchio è cresciuta intrecciando relazioni e collaborazioni a livello locale, regionale, transregionale ed europeo. 

Questo processo di crescita ha trasformato l’Ostello dei Balocchi in un posto dinamico animato da giovanissimi volontari, una volta bambini ed ora al termine di un percorso educativo condiviso; volontari ESC provenienti dai più disparati contesti europei, amici conosciuti durante questo lungo viaggio e che decidono di fare un’esperienza in Appennino.

Dal 2015 progetti Erasmus +

Dal 2015 la Legambiente Ligonchio è entrata nel mondo della mobilità giovanile promossa dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea aprendo le sue attività a giovani da tutta Europa tra i 14 e i 30 anni.

Segui i nostri canali…

Il progetto “Ostello dei Balocchi”

L’Ostello dei Balocchi, è un CEA (Centro di Educazione Ambientale) della Legambiente, queste le caratteristiche distintive di un CEA:

– la capacità di essere agenzie formative capaci di rapportarsi con la scuola nell’ottica dell’innovazione e del cambiamento sostenibile;

– la capacità di sviluppare professionalità nel campo delle educazioni e formazioni formali e non formali offrendo continuità nell’offerta formativa e stabilità agli operatori della propria struttura;

– la capacità di sviluppare servizi educativi, culturali e turistici caratterizzati dalla sostenibilità ambientale sul proprio territorio.

I CEA sono un valido esempio di rete tra strutture che si articolano localmente con pratiche educative mirate con azioni di sviluppo sostenibile in equilibrio tra sviluppo e salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità naturalistica e culturale locale.

Il progetto “Ostello dei Balocchi” nasce con l’intento di apportare un concreto esempio di sviluppo sostenibile nell’ambito turistico ed ambientale, caratterizzato da una forte radicazione storico socio culturale con il territorio. Dal 2008 siamo l’unica struttura all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-emiliano che propone una nuova ed originale formula turistica: il turismo “someggiato”, ovvero con l’ausilio degli asini, animali assolutamente ed indiscutibilmente legati alle tradizioni e alla cultura del nostro territorio.
Raccogliere gli stimoli dal nostro passato e proiettarli sui bisogni del presente a favore di un accorto rapporto con l’ambiente, rappresenta da sempre la nostra mission. Quando la fretta e la superficialità allontanano dall’essenza della vita, l’asino animale lento, sicuro nei suoi passi uguali, porta a guardare con occhi tranquilli e penetranti ciò che di essenziale ci circonda e dona benessere all’esistenza. E’ la scoperta delle piccole cose, della natura, del paesaggio e degli ambienti che fanno diventare spettacolare ogni viaggio.

Allo stesso modo anche i laboratori didattico-artistici per bambini, proposti dall’ Ostello dei Balocchi mirano a sottolineare e stimolare una riflessione attraverso l’esperienza. Apparentemente distanti e legati a due mondi differenti l’asino e le tecniche antiche artistico-espressive hanno molti valori in comune. Così come nell’approccio con l’asino non ci sono pulsanti, leve da azionare o comandi da impartire, anche nella scoperta dei linguaggi espressivi occorre conquistare il risultato finale attraverso la comprensione di un processo, l’impegno e la sensibilità personale.

Oggi, l’ Ostello dei Balocchi, è diventato un punto di riferimento a livello provinciale ed interregionale per le tante famiglie e le scuole che vogliono far passare ai bambini un momento educativo importante durante l’anno scolastico o più semplicemente momenti di vacanza avventurosa, dove il contatto con la natura, la capacità di vivere insieme diventano i valori fondanti di ogni esperienza condivisa.

La programmazione dell’ Ostello dei Balocchi si suddivide in fine settimana e iniziative dedicate a tutta la famiglia nei mesi invernali primaverili ed autunnali mentre l’estate è tutta dedicata ai campi estivi residenziali ed itineranti per soli bambini. 

Staff a 2 zampe

La Legambiente Ligonchio Aps si costituisce nel 2008 e da allora segue e gestisce il progetto Ostello dei Balocchi. L’Associazione nasce nel contesto dell’alto crinale reggiano, nel comune di Ventasso, all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano e dell’Area MAb Unesco Appennino. Si tratta di una  zona di valore naturalistico ma afflitta da un decennale grave problema di spopolamento, soprattutto giovanile. 

Il cuore operativo dell’Associazione è formato da un gruppo di ragazzi, non originari del territorio ma che in controtendenza, hanno deciso di trasferirsi in Appennino per farla diventare la loro casa. Da allora la Legambiente Ligonchio è cresciuta intrecciando relazioni e collaborazioni a livello locale, regionale, transregionale ed europeo. 

Questo processo di crescita ha trasformato l’Ostello dei Balocchi in un posto dinamico animato da giovanissimi volontari, una volta bambini ed ora al termine di un percorso educativo condiviso; volontari ESC provenienti dai più disparati contesti europei, amici conosciuti durante questo lungo viaggio e che decidono di fare un’esperienza in Appennino.

Dal 2015 progetti Erasmus +

Dal 2015 la Legambiente Ligonchio è entrata nel mondo della mobilità giovanile promossa dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea aprendo le sue attività a giovani da tutta Europa tra i 14 e i 30 anni.

Segui i nostri canali…

Staff a 4 zampe !

Anita

Anita è il vero asino dell’Ostello dei Balocchi: tanto buona d’animo quanto cocciuta e testarda.

Ha il cuore tanto grande quanto ha la testa dura! La piccola Martina è da sempre la migliore amica di Anita, fin da quando erano piccole.
Chiunque di voi abbia voglia di divertirsi un po’ può mettersi alla guida di Anita! Occhi aperti! La cara Anita ha un divertentissimo tik: riesce a girare il collo di 360° come fosse una giraffa!!

Camilla

La super-mamma di Margherita nonchè compagna storica di Makeeba.

Tanti anni passati insieme hanno rafforzato l’amicizia tra queste due meravigliose asine. Camilla nonostante appaia timida e un po’ paurosa è una vera professionista: affidabile e paziente.

Fela

“Domenica 28 giugno 2015 in una calda mattina d’estate é nato Fela..la mamma sta bene ed ha fatto tutto da sola! La famiglia dell’Ostello dei Balocchi si è finalmente allargata!!!!!!”


Sono passate le estati e gli inverni e il nostro piccolo e scoordinato Fela è diventato un bellissimo ed elegantissimo asino!


Ponderato, responsabile e attento, Fela è anche un infallibile osservatore…tutte doti che ci lasciano immaginare ad un perfetto futuro capo branco!! Con la giusta calma e il giusto tempo con lui potrete superare qualunque ostacolo!!!!!

Gina

Gina é la nonna del branco, la più anziana e qui all’Ostello dei Balocchi ha trovato una “grande” amica, Makeeba.

Da brava nonnina è saggia e tranquilla. Fare una passeggiata con Gina è davvero alla portata di tutti.

La sua età la rende però anche molto furba ed è impossibile impedire le sue scappatelle nella mangiatoia alla ricerca del fieno migliore!

Chissà come farà????? Quando mangia tanto diventa larga come una palla.

Makeeba

Che dire…la strepitosa capo-branco degli asinelli dell’Ostello dei Balocchi.

Altruista e sempre pronta a prendersi cura degli altri, 400 kg di bontà e intelligenza allo stato puro.


E’ stata vista trasformarsi in un asino mannaro, così come è stata beccata ad ammirare il suo bel testone in uno specchio e si dice…..che sia pure entrata in ostello!!

Cos’altro possiamo aspettarci da lei….. forse…..un piccolo asinello!!??

Margherita

Margherita è la prima nata proprio all’Ostello dei Balocchi.

E’ molto legata alla sua mamma Camilla e a  Makeeba,  che è un po’ come se fosse la sua zia.

Margherita è dolce e molto, molto curiosa ma è anche molto giovane e quindi un po’ fifona.

In inverno il pelo di Margherita cresce…. e cresce, si aggroviglia e non si snoda più!

In primavera ha sempre bisogno di una bella sfoltita!

Martina

Non c’è Martina senza Anita e non c’e Anita senza Martina.

Il caffè-latte dell’Ostello dei Balocchi…sono inseparabili. Una mini asinella, tanto bella da sembrare disegnata. Dolce, buona ma….con il suo bel caratterino.

Martina è assolutamente imbattibile nella disciplina della “corsetta”. Non vi fate ingannare dalla somiglianza, potete riconoscerla da Gina guardandole “i calzini” zebrati.

Nina

Avete mai sentito parlare dei “matti” in senso buono…? Eccone un esempio stupendo, la nostra Nina, l’ultima arrivata in famiglia!!!!

Prima di arrivare all’Ostello dei balocchi la piccola Nina ha vissuto con alcuni pastori ma da brava “alternativa” invece di fare gruppo con le dolci pecorelle pensò bene di fare amicizia con i cani da pastore… distogliendoli puntualmente dal loro lavoro!

Curiosità, voglia di coccole e ricerca infinita di compagnia sono le parole d’ordine per Nina quindi… se alla prima carezza comincerà a seguirvi niente paura…. è Nina!!!!

Olmo

A nessuno piacciono le coccole quanto a Olmo! Attenzione ad iniziare…non potrete più fermarvi.

Olmo è il primo maschietto del branco e le sue asinelle preferite sono Anita e Martina.

Piano piano sta crescendo ma avrà sempre la dolcezza e quel musetto da eterno cucciolo.

Attenzione al look di Olmo: oltre ad avere gli occhietti disegnati in inverno potrete ammirare la sua splendida frangetta!!

Dori

Dori, la nostra asina vitellina…si si avete capito bene: asina-vitellina!

Con i suoi occhietti piccoli, l’espressione dolce e le gambette tozze e forti a tratti sembra proprio una mini-mucchetta! All’inizio può apparire un po’ schiva e diffidente, non ama molto le coccole sul musetto ma….datele il tempo di fidarsi di voi e sarà la migliore compagna di avventure.

Come fare a riconocserla dalle altre asinelle dello stesso colore? Guardatele la croce asinina: è rettangolare con una strana estremità ad uncino

Lella

Lella, anche se non si direbbe, è la mamma di Pedro!

Come tutte le mamme intraprendenti, dopo tanti anni a tu per tu con lui, arrivata all’Ostello ha imparato in fretta a portare basto, sella e ad apprezzare la vita di gruppo!

I suoi lineamenti sono raffinati e longilinei: proprio una bella asinella! Se la osservate mangiare non potete non riconoscerla: è più forte di lei! Ogni tanto, ha il vizio di lanciarsi il fieno dritto dritto sulla schiena!!!!!!

Pedro

Mai foto fu più azzeccata per descrivere il temperamento di un asino! Eccolo il nostro Pedro: buono come il pane e talvolta persino un po’….. tonto!

Ma quanto è simpatico!? Quando aspetta il cibo questa è la sua classica espressione!

Con il suo bel manto pezzato e la sua stazza incanta tutti e con il tempo è diventato grande amico di Fela ….quando si dice una “bella coppia”!

Non fatevi ingannare però..più che del bianco destriero, il buon Pedro, ha più del divertente compagno di giochi!!!!

 

Sheeba

Un vero e proprio membro dello staff dell’Ostello dei Balocchi!! Non ci sarà passeggiata o attività in cui Sheeba mancherà all’appello!

Ma chi l’ha detto che il cane nero fa paura?! Sheeba è dolcissima ed è una vera e propria maestra con i bambini.

Viste le sue strepitose performance acquatiche la leggenda narra che sia un incrocio tra un Labrador e…….una foca.

Non lanciategli mai un sasso: non riuscirete più a smettere!!!

Ruia

Prendete la cavalla più giovane e selvatica che possiate immaginare… portatela a vivere in un branco di asini e.. Cosa succederà??

Avrete una cavalla che si crede un asino!!

Dolce e affabile non sembra più la stessa Ruia da quando vive con la sua nuova famiglia… non c’è niente da fare: gli asini sono contagiosi!!!!